Comprendere l’importanza della preanalisi o di una periziano econometrica è molto difficile. Possiamo apprezzare il giusto risultato solo osservando fatti concreti che portano prove tangibili come per esempio il caso segnalato dal “Centro Anomalie Bancarie”.

L’importanza di una Prenalisi: Ecco il caso

Una loro cliente aveva sottoscritto un contratto di prestito personale in quanto, l’azienda agricola di cui era titolare, aveva subito ripercussioni della crisi economica, perciò: al momento in cui accedeva al credito stava vivendo un periodo di difficoltà economica. Dopo qualche anno la cliente non riusciva più a far fronte al pagamento, quindi, si è rivolta all’Avvocato che ha pensato di affidarci il contratto per un controllo peritale.

La perizia (prenanalisi) elaborata dal tecnico peritale ha riscontrato un tasso di interesse effettivo applicato nell’ipotesi di estinzione anticipata e di risoluzione per inadempimento di molto superiore al tasso soglia di riferimento del periodo, cioè il contratto era affetto da usura oggettiva pattizia, in violazione della L. 108/96.

Questo è bastato all’Avvocato per scrivere alla società finanziaria un atto di invito ad aderire a convenzione assistita.

Il mutuante infatti, al momento della stipula del contratto, è tenuto ad assicurarsi che in nessuna ipotesi le condizioni pattuite possano determinare il superamento del tasso soglia, in modo da scongiurare in ogni ipotesi il configurarsi del reato di usura.

Per la cliente in questione non c’era possibilità di recupero, perché anche dopo la rideterminazione del saldo con epurazione delle somme non dovute. Valutando che la signora non dovesse più corrispondere alcun interesse alla società finanziaria e che gli interessi già pagati dovevano essere imputati a capitale, il saldo rimaneva comunque negativo di 6656,01€. Ecco l’importanza della Preanalisi e di una perizia econometrica: grazie alla giusta perizia il Saldo attestato è stato molto inferiore ai 14.717,93€ inizialmente richiesti dalla società finanziaria.

L’importanza della Preanalisi: il risultato eclatante

La perizia ha comunque permesso all’Avvocato di intraprendere una mediazione con la banca che ha portato ad un risultato più che positivo per la cliente: si è arrivati ad un totale abbattimento degli interessi e all’abbattimento di un ulteriore somma a titolo di risarcimento danni per l’illegittimo comportamento tenuto, così che la cliente alla fine della vicenda ha dovuto restituire soli 5.000 € a fronte dei 14.717,93€.

Call Now ButtonContattaci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi