La Nullità del Prestito è una procedura che oggi è diventata molto semplice da avviare. Se negli ultimi anni hai fatto un prestito personale, è probabile che tu abbia pagato alcuni importi non dovuti. Questa procedura di controllo si può applicare anche ad un prestito personale estinto.

Nullità del Prestito: un servizio a basso costo!

La nullità del prestito è un servizio che proponiamo tra i tanti che noi trattiamo. Questo è rivolto a chiunque abbia stipulato un contratto di credito al consumo come:

  • Prestiti rateizzati finalizzati all’acquisto di Auto, Moto, Arredamento ed altri beni.
  • Prestiti Personali rivolti a ristrutturazione casa o ad altri acquisti.
  • Cessioni del Quinto o Deleghe estinte o rinnovate.

Per la nullità del prestito le domande che dovete porvi sono:

  • Negli ultimi 10 anni, avete avuto a che fare con una Finanziaria?
  • Avete chiesto un Prestito alla vostra Banca?
  • Aveste acquistato un bene (Auto, Moto ed altro) a piccole rate?

Se la risposta è affermativa e se ancora state pagando (o lo avete già estinto) probabilmente avete, o state, pagando qualcosa   di non dovuto.

Nullità del Prestito: il tutto deve restare nei 10 anni

Il controllo che può portare alla nullità del prestito deve essere effettuato su entro un lasso di tempo che si muove nei 10 anni. Noi prendiamo in cura il Finanziamento (estinto, rinnovato o in essere che sia) e proponiamo un ricorso presso la Camera Arbitrale della Banca d’Italia, la quale entro un anno, se accoglie il ricorso, impone all’ente che ha rilasciato il prestito di effettuare il rimborso immediato delle somme versate in eccedenza.

Per avviare una procedura di “Nullità del Prestito” si dovrà pagare solamente €20,  ovvero, solo le spese di avvio dell’istruttoria.

Il Rimborso che si riceverà varia dall’importo prestato ma, dalla nostra esperienza nazionale, la media varia dai €5.000 agli €8.000 mentre, per le cessioni del quinto o deleghe, la Media del rimborso è di €1.000.

Un test della Banca d’Italia e IVASS del 2015 ha rilevato, in maniera ufficiale, come l’80% dei finanziamenti al consumo (estinti o in essere che siano) soffrano di gravi vizi strutturali, mancanza di trasparenza e vizi occulti. Questo deve portarvi a pensare che, molto probabilmente, avete versato somme non dovute.

Avviare una procedura di Nullità del Prestito è molto semplice, basterà iscriversi all’Associazione AIACE per la Tutela del Consumatore, pagare la quota di €20,00 all’Arbitro Bancario per il ricorso e avviare il processo di controllo del Prestito, procedura che verrà effettuata dai Professionisti dello Studio Santalco che organizzeranno il fascicolo da dare al giudice in modo che questo spieghi i vizi del Prestito e porti così, al Rimborso dovuto.

Call Now ButtonContattaci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi